Carcinoma mammario

Le cose che dovrebbe sapere sulle malattie di cancro del seno!

Il cancro è la causa di decesso al secondo posto della statistica, la quantità delle nuove affezioni annuali è circa 500.000 . Nella statistica del cancro nelle donne si dichiara che il carcinoma mammario è il più frequente.

 

Importante è l’individuazione precoce – la diagnostica – la terapia

 

Se lei stessa presta un giusto controllo e velocità nell individuazione divengono piu alte le possibilità di una guarigione completa.

Attualmente dal 80 al 85 % dei cambiamenti maligni vengono scoperte dalle donne stesse. L’esame può essere effettuato regolarmente dalla donna stessa (guardarsi alla specchio ed eseguire controlli di lievi palpeggiamenti) – preferibilmente ad intervalli mensili oppure qualche giorno dopo le mestruazioni – contribuisce considerabilmente alla scoperta di cambiamenti al seno e quindi ad una buona prospettiva di risanamento.

Anche durante la visita preventiva dalla ginecologa il seno dovrà essere esaminato ogni volta.

Non si pùo evitare il carcinoma mammario, ma la diagnosi precoce aumenta la possibilità di una guarigione completa.

 

Notando i seguenti cambiamenti del seno bisgna rivolgersi immediatamente al medico:

  • Ogni nodo tastabile
  • Indurimenti circoscritti nella tela del seno, che non si rimettono spontaneamente dopo tre o quattro settimane oppure dopo le mestruazioni
  • Secrezioni di sangue o colorazione di secrezioni dal capezzolo
  • Infezione, appiattimento, retrazione o qualsiasi altro cambiamento di forma della pelle dell’areola o del capezzolo
  • Ematomi o lividi sulla pelle del seno senza sferzata violenta
  • Infiammazioni del seno (ulcere) ecc.
  • Gonfiezze di linfonodi

 

Quali procedimenti diagnostici pùo effettuare il medico?

Ad ogni cambiamento del seno si effettuerà una mammografia (radiografia).

Nella radiografia si potrà individuare l’ampiezza del nodo, in più si effettua un esame ecografico –dove si possono trovare ulteriori conclusioni riguardante il genere del cambiamento in maniera più esatta.

Ogni nodo tastabile deve inoltre esaminato tramite operazione o almeno esposto ad una puntura-biopsia – addizionale alla mammografia e l’esame ecografico – per esaminare la tela.

Si consiglia, qualora ne sia stata diagnostica la presenza di un carcinoma mammario, di effettuare l operazione il più presto possibile e non rimandarla per troppo tempo. Lo stress psichico aumenta ogni giorno e contemporaneamente peggiora la possibilità di una guarignone completa se il tumore è risultato maligno. Si raccomanda di farsi spiegare dal proprio medico le possibilità ed i rischi eventuali di un trattamento del cancro.

 

 

I seguenti fattori di rischio sono fondamentali e costituiscono il bisogno di visite mediche addizionali:

  • Peso familiare – carcinoma mammario della madre o della sorella
  • Anamnesi – malattia da cancro superata
  • Nessun parto o primogenito tardi (> 35 anni)
  • Prime mestruazioni precoci (menarca) (< 11. anno di vita)
  • Ultima mestruazione tardiva (menopausa) (> 55. al 57. anno di vita)
  • Adiposità (sovrappeso)
  • Ipertensione (pressione arteriosa alta)
  • Diabete mellito
  • Abuso di nicotina o alto consumo di alcolici o di cibi grassi

Avendo questi fattori di rischio la probabilità di ammalarsi di un carcinoma mammario è aumentato di tre o quattro volte rispetto al rischio senza questi fattori.

Il carcinoma mammario non causa nè dolori nè disturbi per molto tempo, quindi la diagnosi precoce presenta la miglior possibilità di una guarigione completa.

 

Autore: Dr. med. D. Weichert